La nostra storia - Blue Trouble Official Website

Vai ai contenuti

Menu principale:

La nostra storia

La Band

Tutto inizia nell'anno 2001 con Doriano Gallozzi, chitarrista e cantante con una irrefrenabile e inguaribile voglia di fare musica, e con il bassista Mauro Cavioli, già suo compagno di tante precedenti avventure musicali.

Questi gli ingredienti di base, uniti a una grande passione per il Rock Blues, amato proprio perchè sanguigno e molto coinvolgente, l'ideale per divertirsi e spandere groove incandescente ovunque si fosse riusciti a farlo!   

A completare l'organico della band si aggiunsero poi Riccardo Lazzari, un giovanissimo batterista tutto pepe segnalato da un amico comune, e Roberto Patricolo, all'epoca collega di lavoro di Doriano.

A questo punto la band era finalmente al completo, anche se mancava ancora un elemento essenziale.....e cioè un nome! Si cercò da subito un nome contenente la parola BLUE, dato che si trattava del tipo di musica prescelto....e poi si scelse TROUBLE, anche perchè il risultato BLUE TROUBLE suonava quasi come tributo ai grandi DOUBLE TROUBLE di Stevie Ray Vaughan, cosa che non ci dispiacque affatto....

La band era dunque nata e aveva anche un nome. Non restava a questo punto che attingere a piene mani al vasto repertorio del Blues, a partire dai grandi maestri (Eric Clapton, SRV, Jimi Hendrix), ma concedendosi anche spesso e volentieri svariate incursioni nel Modern Blues (Gary Moore, Robben Ford, Kenny Wayne Shepherd, Joe Bonamassa), così vicino a quel rock tanto presente nei trascorsi musicali di tutti i componenti. Il tutto, naturalmente, condito da un groove che fu da subito un elemento distintivo, e che continuò a scorrere nelle vene della band anche quando Riccardo Lazzari lasciò il posto di batterista a Marco Brecci
, un sanguigno drummer con tanta voglia di suonare.

Concerto dopo concerto si giunse all'estate 2007, e la band ebbe un cambiamento di line-up, con Gabriele Fornari
che prese il posto di Roberto Patricolo alla chitarra. La differenza fu subito più che evidente già dal primo concerto (Mentelocale dicembre 2007), e il grande numero di esibizioni che seguì lo confermò ampiamente, accompagnato peraltro da una crescente popolarità, da un seguito in continuo aumento e da alcuni palchi importanti su cui la band riuscì ad esibirsi (Rock City ad esempio) e farsi notare.

Nel luglio 2009 Mauro Cavioli decise di lasciare il gruppo per dedicarsi a nuove esperienze musicali, e il suo posto venne preso da Tonino Ciotti
, un grande e poliedrico musicista, grazie al quale la band fece un altro notevole salto di qualità.

Dal palco del Tinapika Village nel settembre 2009
in poi è tutta una micidiale raffica di concerti durante la quale l'affiatamento tra i componenti del rinnovato line-up non fece che aumentare fino a quando, nell'estate del 2010, la band decise di iniziare a sviluppare un repertorio tributo al grande ERIC CLAPTON, indiscusso mito della seicorde, ma anche grandissimo artista che nel corso di decenni ha saputo proporre un caleidoscopio musicale basato su una inossidabile radice Blues, ma arricchito di ruggiti rock anni '90, della dolcezza di delicate ballate, della magia dello strumento acustico.

Per poter perseguire questo ambizioso obiettivo, la formazione in quartetto aveva necessità di essere arricchita da un tastierista...nel corso della sua lunga e fortunata storia, la band aveva avuto modo di ospitare diverse volte sul suo palco Gianluca Sabbi, tastierista in forza a numerose altre formazioni rock e rock blues.....al quale fu proposto di salire a bordo di questo progetto in decollo verso il pianeta Slowhand!!!!

L'esordio di questo nuovo repertorio avvenne ufficialmente sul palco dello Stone Pub di Marino nel giugno 2010
, una serata incendiaria, una tirata unica di 15 brani più due bis chiesti a gran voce dal pubblico.

Da quel momento in poi, il tributo a Eric Clapton divenne uno spettacolo che, serata dopo serata, conquistò sempre maggiori consensi, grazie anche a palchi e impianti di livello veramente superbo (si vedano le serate al Crossroads
di novembre 2010, febbraio 2011 e maggio 2011, solo a titolo di esempio).

Gianluca Sabbi, sempre impegnato in varie situazioni musicali, lasciò la band nel marzo 2011 e il suo posto venne preso da Andrea Cantoni
, versatile musicista che raccolse immediatamente il testimone e si unì alla inarrestabile marcia della band.

La band conquistò sempre maggiore popolarità e, oltre all'agenda sempre fitta di date, iniziarono a partire progetti assieme ad altre band dedicate ad artisti legati storicamente a Eric Clapton, quali ad esempio i Dire Straits.

Ed è proprio assieme a band come i The Alchemists
che i Blue Trouble iniziano a proporre anche spettacoli in cui la magia della musica di Slowhand si fonde alla perfezione con il raffinato rock dei Dire Straits....un modo per proporre qualcosa di diverso, ma sempre qualcosa di coinvolgente, e le date all'IRISH VILLAGE, a STAZIONE BIRRA e al CROSSROADS sono esempi concreti di cosa si sia riusciti a portare su un palco.

I Blue Trouble iniziano poi a farsi conoscere anche al di fuori del circuito romano, ed è con grande orgoglio che nell'agosto 2012 la band riceve un invito a esibirsi al Festival organizzato da Torre Alfina Blues
dove viene presentata come come "la migliore tribute band a Eric Clapton"

Entusiasmo e adrenalina alle stelle e una esibizione al calor bianco per una delle serate più belle e convolgenti che la band ha nel suo palmares, al termine della quale riceve una targa ricordo
che conserva gelosamente tra i suoi ricordi più preziosi.

Alcuni anni dopo, nel 2016, l'edizione del TG3 Lazio del 30 luglio sceglierà proprio un frammento dell'esibizione live della band come testimonial della manifestazione Torre Alfina Blues, decisamente un grande onore!

A dicembre 2012 capita l'opportunità di aprire per il grande chitarrista RUDY ROTTA
- scomparso purtroppo nel luglio 2017 - in concerto a Stazione Birra. Serata veramente incandescente sul palco della nota location romana dove i Blue Trouble, dopo aver eseguito il loro set, hanno l'onore di avere Rudy in persona a jammare assieme a loro sulle note della celeberrima "Crossroads"....una di quelle emozioni che restano dentro per sempre, e di cui restano tracce in rete che ci riempiono di orgoglio.

Serata dopo serata, le attività live si intensificano e i Blue Trouble vengono scelti come band di apertura della manifestazione romana OKTOBERFEST CAPANNELLE ROMA 2013,
preceduta da un vastissimo battage pubblicitario sui media e con la presenza di giornalisti e varie emittenti TV alla conferenza stampa d'apertura. Il nome della band compare su autorevoli testate quali "IL TEMPO", "IL MESSAGGERO", "IL CORRIERE DELLA SERA", "PAESE SERA" e molte altre, accrescendo enormemente la notorietà già vasta del gruppo, che nel marzo 2014 ha anche il piacere di essere diffuso in radio tramite la stazione inglese Radio Free Station!.


Nella primavera del 2016 escono dalla band il batterista Marco Brecci e il tastierista Andrea Cantoni, prontamente sostituiti da due validissimi musicisti.


Sulla torre di controllo del motore ritmico sale il giovane batterista Timoteo Rondina, professionale, precisissimo e molto scrupoloso, ma al tempo stesso capace di sostenere l'impianto ritmico della band in modo energico e potente, e sempre con grande entusiasmo.


Alle tastiere il posto è del compositore e arrangiatore Fabio Dolci, che era già uscito live con la band in occasione della serata del 10 marzo 2016 al Killjoy, colmando una assenza dell'allora "titolare".


Con questa formazione decisamente rinnovata e migliorata, la band affronta una esperienza assoutamente incandescente, incontrando nientemeno che il mitico chitarrista RICKY PORTERA, aprendo a Roma per un suo show ed avendolo addirittura sul palco per una infuocata jam.......un mostro sacro della Musica col quale dividere la scena e provare emozione, energia e adrenalina assolutamente indescrivibili, grazie alle quali la band è decisamente cresciuta.


Siamo al 2017, e dopo un inverno e primavera nel circuito dei locali di Roma dove la band è solita esibirsi arriva una importante opportunità, quella di suonare in piazza a Testaccio in occasione della Festa Patronale di Santa Maria Liberatrice.....serata assolutamente travolgente, con una piazza strapiena che chiede a gran voce uno, due, tre bis e che non vuole mandare via la band, mai avremmo pensato di riuscire a conquistare un pubblico così variegato e imprevedibile come quello di una piazza ma tant'è....

Nel settembre 2017  Fabio Dolci lascia la band e viene sostituito da David Forti, noto e apprezzato professionista nonchè persona estremamente umile e alla mano, elementi da sempre fondamentali per cementare l'unione di una squadra, più che mai desiderosa di volare sempre più in alto.....


.......keep Rockin' & Bluesin'!!!!

data ultimo aggiornamento 5/11/2017
Blue Trouble Official Website
Torna ai contenuti | Torna al menu